Inpha - Nutraceuticals

Consigli per aiutare il tuo sistema immunitario

Il nostro sistema immunitario ci protegge quotidianamente dalle invasioni microbiche. Pelle e mucose rappresentano la prima linea di difesa ma, quando i microbi riescono a superarla, il nostro il sistema immunitario viene attivato da una serie di segnali di pericolo e si prepara alla difesa.

Senza che tu te ne accorga, il tuo sistema immunitario “divora” batteri e virus e altri agenti estranei impedendone l’invasione e lo sviluppo di malattie. La risposta immunitaria non può essere attivata e controllata direttamente da noi ma sicuramente possiamo adottare comportamenti e stili di vita che possono supportare questo importantissimo sistema.

Comportamenti utili per evitare invasioni microbiche

La prima linea di difesa è quella di evitare l’ingresso di germi nel nostro corpo adottando buone abitudini di igiene personale, importanti anche per evitare di trasmettere infezioni ad altre persone. Buone pratiche di igiene sono le seguenti:

  • Lavarsi le mani con acqua e sapone prima di cucinare e dopo essere stati in bagno.
  • Coprire bocca e naso con un fazzoletto quando si starnutisce o tossisce.
  • Lavare, disinfettare e se necessario bendare tutti i tagli/escoriazioni. Consultare comunque un medico in caso di tagli profondi o morsi.
  • Non stuzzicare ferite in via di guarigione e non schiacciare i brufoli per evitare l’ingresso di microbi. In caso contrario, lavare e disinfettare sempre la lesione.

Poiché alcune infezioni batteriche e virali possono portare allo sviluppo di malattie anche molto gravi, la vaccinazione rappresenta una buona pratica per immunizzarci (grazie alla produzione di anticorpi). Sebbene possano verificarsi alcuni effetti collaterali comuni, come dolore al braccio o febbre, i vaccini sono generalmente sicuri ed efficaci. Le vaccinazioni sono raccomandate soprattutto per i bambini e per le persone anziane ma, anche in età adulta, alcune vaccinazioni è bene che vengano ripetute (ad esempio l’antitetanica) o che vengano fatte in caso di viaggi in paesi dove malattie endemiche, a tutt’oggi presenti, mietono ancora vittime (ad esempio malaria, dengue, febbre gialla, encefalite giapponese).

Inoltre, è importante considerare anche le eventuali intossicazioni alimentari che, sebbene nella maggior parte dei casi non siano pericolose per la vita, in alcuni casi possono portare a gravi insufficienze renali o epatiche. Per questo, è importante preparare e conservare gli alimenti in modo sicuro: lava bene le mani prima di maneggiare un alimento che va assunto crudo e attieniti alle regole di cottura (o di rispetto della catena del freddo) per quelli notoriamente ad alto rischio di contaminazione (carne, pesce, molluschi, uova etc.). Lava bene sempre gli alimenti sotto l’acqua corrente. Tieni separati i cibi crudi da quelli cotti e non utilizzare mai gli stessi utensili o taglieri per il cibo cotto se prima è stato utilizzato per quello crudo. Evita di scongelare gli alimenti con il microonde.

Se sei in un'area in cui sono presenti insetti portatori di malattie, utilizza repellenti. Le zecche, ad esempio, sono presenti anche nei nostri boschi e prati e sono portatrici della borreliosi di Lyme, l’ehrlicchiosi, la tularemia, la febbre Q, la babesiosi e l’encefalite virale.

Alcune raccomandazioni anche per i viaggiatori:

  • evita di fare iniezioni, vaccinazioni o persino tatuaggi se non sono necessari; in alcuni paesi aghi e siringhe vengono riutilizzati;
  • evita l’assunzione di bevande contenenti ghiaccio, il congelamento non uccide tutti i patogeni;
  • bevi e lavati i denti solo con acqua in bottiglie chiuse con tappi di sicurezza; se hai a disposizione solo acqua del rubinetto falla bollire prima;
  • non mangiare cibi crudi, nemmeno verdure e frutta se non le hai lavate o sbucciate personalmente;
  • attenzione ai latticini se non si ha la certezza che il latte sia stato prima pastorizzato;
  • evita di bere acqua da laghi e ruscelli, può contenere organismi patogeni derivanti da rifiuti umani o animali.

Infine, per prevenire le malattie a trasmissione sessuale (MST) evitare i rapporti occasionali a rischio e utilizza sempre contraccettivi a barriera.

Alimentazione e stile di vita per un sistema immunitario in forma

Il nostro sistema immunitario è un sistema complesso e influenzato da molti fattori, alcuni dei quali possono dipendere proprio dai nostri comportamenti.

Una dieta sana ed equilibrata, ricca di vitamine e minerali, fornisce importanti micronutrienti che modulano o stimolano il sistema immunitario. L'autorità europea per la sicurezza alimentare (EFSA) ritiene che sei vitamine quali D, A, C, folato, B6 e B12 e quattro minerali quali zinco, ferro, rame e selenio siano essenziali per il normale funzionamento del sistema immunitario.

Fare regolarmente esercizio fisico possibilmente all’aria aperta in zone poco urbanizzate, ridurre gli eventi di stress e dormire regolarmente -almeno 7 ore a notte- devono diventare una prassi del nostro stile di vita.

Infatti, numerosi studi hanno dimostrato che i fattori che indeboliscono il nostro sistema immunitario sono: le tossine ambientali (fumo e altre fonti di inquinamento atmosferico), l’eccesso ponderale (l’obesità è associata ad infiammazione cronica), la malnutrizione intesa anche come “cattiva” nutrizione, stress mentale cronico, mancanza di riposo, età avanzata (per riduzione di efficienza di alcuni organi e ridotto assorbimento di molti micronutrienti).

L’utilizzo di integratori alimentari può aiutare a supplire alcune carenze alimentari, ridurre le infiammazioni e anche a modulare un sistema immunitario in disequilibrio.

Fonti:

  • hsph.harvard.edu
  • health.harvard.edu